Tumore Ovaie
Xagena Mappa
OncoGinecologia
Tumore Mammella

Contraccezione Depo-Provera associato a riduzione della densità minerale ossea


L’American College Obstetricians and Gynecologists ( ACOG ) ha espresso il proprio parere riguardo agli effetti del Medrossiprogesterone acetato depot ( DMPA, Depo-Provera ), un contraccettivo per via iniettiva, sulla densità minerale ossea.
Sebbene DMPA sia associato a riduzione della densità minerale ossea, studi hanno mostrato che la maggior parte delle riduzioni sono temporanee e sono simili a quelle osservate in gravidanza e durante l’allattamento.

Nel 2004, l’FDA ( Food and Drug Administration ) ha imposto un black box warning, scoraggiando l’impiego di DMPA per più di 2 anni consecutivi.
L’uso prolungato di DMPA può comportare una significativa perdita della densità minerale ossea, e la perdita è maggiore con l’aumentare della durata d’impiego del farmaco e può non essere completamente reversibile dopo interruzione del trattamento.
Inoltre, l’impiego di DMPA oltre 2 anni dovrebbe essere considerato solo se altri metodi contraccettivi risultino inadeguati.

La perdita ossea si presenta, soprattutto, entro i primi 2 anni di uso di DMPA. L’evidenza indica che entro 1-2 anni dopo l’interruzione del trattamento, la densità minerale ossea ritorna a livelli vicini a quelli basali nella maggior parte delle donne e delle adolescenti.

La perdita ossea nelle donne in età riproduttiva non è eclusiva di coloro che fanno suo di DMPA. Le donne adulte mostrano percentuali simili di temporanea perdita ossea durante la gravidanza e l’allattamento ( rispettivamente, 2-8% e 3-5% ), contro una riduzione della densità minerale ossea da DMPA del 3-5%.

Le adolescenti, che fanno uso di DMPA, vanno incontro a riduzioni della densità minerale ossea nel momento in cui la loro densità minerale ossea dovrebbe aumentare.
Questo è tema di preoccupazione, anche se finora nessuno studio ha mostrato che la perdita di densità minerale ossea correlata a DMPA sia associata in questi soggetti a rischio di fratture, a differenza delle donne più anziane.

Più di 2 milioni di donne statunitensi assumono DMPA, tra cui 400.000 adolescenti.
Il farmaco è iniettato ogni 3 mesi.

Le donne che fanno uso di DMPA dovrebbero assumere Calcio e Vitamina-D e fare esercizio fisico giornaliero, soprattutto le adolescenti, che spesso non assumono abbastanza Calcio.
Sebbene studi abbiano mostrato che la supplementazione con basso dosaggio di Estrogeno possa rallentare la perdita di densità minerale ossea, ACOG non raccomanda questo trattamento. Le adolescenti dovrebbero far uso di contraccettivi che non hanno effetto sulla densità ossea. ( Xagena2008 )

Fonte: ACOG, 2008


Gyne2008 Farma2008 Endo2008


Indietro