Tumore Ovaie
Tumore Mammella
XagenaNewsletter
OncoGinecologia

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina durante la gravidanza e rischio di bambini nati morti e di mortalità infantile


La malattia psichiatrica materna è associata a esiti negativi della gravidanza.
L'uso di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) in gravidanza è stato associato ad anomalie congenite, sindrome da astinenza neonatale e ipertensione polmonare persistente del neonato. Tuttavia, il rischio di nati morti e di mortalità infantile quando si tiene conto delle precedenti malattie psichiatriche materne rimane sconosciuto.

È stato studiato il rischio di partorire nati morti e di mortalità infantile associato all'uso dei farmaci SSRI durante la gravidanza mediante uno studio di coorte basato sulla popolazione di tutti i paesi nordici ( Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia ) in periodi diversi tra il 1996 e il 2007.

Lo studio ha incluso donne cha hanno avuto nascite di un singolo figlio.

Tra le 1.633.877 nascite di un singolo figlio nello studio, i nati morti sono stati 6.054, le morti neonatali 3.609, e le morti post-neonatali sono state 1.578.

Un totale di 29.228 madri ( 1.79% ) aveva ricevuto una prescrizione di un farmaco SSRI durante la gravidanza.

Le donne esposte a un SSRI hanno presentato più alti tassi di mortalità neonatale ( 4.62 vs 3.69 per 1000, P=0.01 ) e di mortalità post-neonatale ( 1.38 vs 0.96 per 1000, P=0.03 ) rispetto a quelle che non erano state esposte.

Il tasso di mortalità neonatale è risultato simile tra i due gruppi ( 2.54 vs 2.21 per 1000, P=0.24 ).

Eppure, in modelli multivariati, l'uso di SSRI non è stato associato con nati morti ( odds ratio aggiustato, aOR=1.17; P=0.12 ), morte neonatale ( aOR=1.23; P=0.11 ), o morte post-neonatale ( aOR=1.34; P=0.08 ).

Le stime sono state ulteriormente attenuate quando sono state stratificate per un precedente ricovero per malattia psichiatrica.

L’odds ratio aggiustato per feto nato morto in donne con un precedente ricovero in ospedale per la malattia psichiatrica è stato pari a 0.92 ( P=0.62 ) ed è stato 1.07 ( P=0.59 ) per coloro che non erano state precedentemente ospedalizzate.

I corrispondenti odds ratio per morte neonatale sono stati 0.89 ( P=0.62 ) per le donne che sono state ospedalizzate e 1.14 ( P=0.39 ) per le donne che non erano state ricoverate.

Per la morte post-neonatale, gli odds ratio sono stati 1.02 ( P=0.95 ) per le donne che sono state ospedalizzate e 1.10 ( P=0.66 ) per le donne che non lo erano state.

Tra le donne con nascite di un unico figlio nei Paesi nordici, non è stata trovata alcuna associazione significativa tra l'uso di farmaci SSRI durante la gravidanza e il rischio di nati morti, mortalità neonatale, o mortalità post-neonatale.
Tuttavia, le decisioni circa l'uso di SSRI durante la gravidanza devono tener conto di altri esiti perinatali e dei rischi connessi con la malattia mentale della madre. ( Xagena2013 )

Stephansson O et al, JAMA 2013; 309: 48-54

Gyne2013 Psyche2013 Farma2013


Indietro