Vulvodinia Survey
Tumore Mammella
Xagena Mappa
Tumore Ovaie

Interruzione dell'Aspirina a 24-28 settimane di gestazione nelle gravidanze ad alto rischio di preeclampsia pretermine


L'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) riduce l'incidenza della preeclampsia pretermine del 62% nelle donne in gravidanza ad alto rischio di preeclampsia.
Tuttavia, l'Aspirina potrebbe essere associata a un aumentato rischio di sanguinamento peripartum, che potrebbe essere mitigato interrompendo l'Aspirina prima del termine ( 37 settimane di gestazione ) e da un'accurata selezione di individui a più alto rischio di preeclampsia nel primo trimestre di gravidanza.

Si è determinato se l'interruzione dell'Aspirina in soggetti in gravidanza con normale rapporto sFlt-1 / PlGF ( soluble foms-like tyrosine kinase 1 / placental growth factor ) tra la settimana 24 e 28 di gestazione fosse non-inferiore alla continuazione dell'Aspirina per prevenire la preeclampsia pretermine.

È stato condotto uno studio di non-inferiorità multicentrico, in aperto, randomizzato, di fase 3, in 9 ospedali di maternità in tutta la Spagna.

Individui in gravidanza ( n=968 ) ad alto rischio di preeclampsia durante lo screening del primo trimestre e un rapporto sFlt-1 / PlGF di 38 o inferiore a 24-28 settimane di gestazione sono stati reclutati nel periodo 2019-2021; di questi, 936 sono stati analizzati ( intervento: n=473; controllo: n=463 ).
Il follow-up è stato condotto fino al parto per tutte le partecipanti.

I pazienti arruolati sono stati assegnati in modo casuale all'interruzione dell'Aspirina ( gruppo di intervento ) o alla continuazione dell'Aspirina fino a 36 settimane di gestazione ( gruppo di controllo ).

La non-inferiorità veniva soddisfatta se l'intervallo di confidenza del 95% più elevato per la differenza nelle incidenze di preeclampsia pretermine tra i gruppi era inferiore all'1.9%.

Tra i 936 partecipanti, l'età media era di 32.4 anni; il 3.4% era nero e il 93% era bianco. L'incidenza della preeclampsia pretermine è stata dell'1.48% ( 7/473 ) nel gruppo di intervento e dell'1.73% ( 8/463 ) nel gruppo di controllo ( differenza assoluta, -0.25% ), indicando la non-inferiorità.

L'interruzione dell'Aspirina a 24-28 settimane di gestazione è risultata non-inferiore alla continuazione dell'Aspirina per prevenire la preeclampsia pretermine in soggetti in gravidanza ad alto rischio di preeclampsia e un rapporto sFlt-1 / PlGF normale. ( Xagena2023 )

Mendoza M et al, JAMA 2023; 329: 542-550

Gyne2023 Cardio2023 Farma2023



Indietro