Tumore Mammella
Tumore Ovaie
OncoGinecologia
Xagena Mappa

L’eccessivo peso materno cruciale nel determinare il peso del neonato


Per almeno alcune future madri, è il grasso corporeo in più, e non i livelli di glucosio nel sangue, che può rappresentare il rischio di avere un bambino grande per l’età gestazionale.

Un gruppo di ricercatori del Mount Sinai Hospital di Toronto ( Canada ) ha scoperto che tra le 472 donne in gravidanza tenute sotto osservazione, le donne in sovrappeso prima della gravidanza o che hanno guadagnato troppo peso durante la gravidanza avevano più probabilità di avere un bambino grande per l’età gestazionale, cioè avere un neonato di peso superiore ai 3.6 kg.
I bambini così grandi hanno maggiori probabilità di causare lesioni alla nascita alla madre o di richiedere un taglio cesareo.

Si sa da tempo che le donne che hanno diabete gestazionale sono ad aumentato rischio di avere un bambino di maggiori dimensioni; il peso del bambino è in gran parte attribuito ad alti livelli ematici di glucosio nelle madri.

La nuova scoperta ha indicato che per le donne senza diabete gestazionale, è l’eccesso di peso della madre che è responsabile delle dimensioni alla nascita del bambino.

I ricercatori hanno esaminato 472 donne in gravidanza libere da diabete gestazionale; quasi un quarto, tuttavia, aveva livelli glicemici moderatamente elevati.
Nel complesso, 68 neonati sono risultati di maggiori dimensioni rispetto all'età gestazionale.

Non è stata riscontrata una chiara connessione tra elevati livelli di glucosio nel sangue e la probabilità di un bambino di dimensioni maggiori.

C'era, però, una correlazione tra il peso delle madri e le dimensione alla nascita del proprio bambino.
Per ogni chilogrammo guadagnato da una donna durante la gravidanza, la probabilità di avere un bambino grande è aumentata del 12%.

Anche il peso pre-gravidanza era importante. Per ogni aumento di un punto nell’indice di massa corporea ( BMI ) in pre-gravidanza, la probabilità di partorire un bambino grande è cresciuta del 16%.

I risultati hanno sottolineato l'importanza di gestire l’aumento di peso in gravidanza con una dieta sana e regolare attività fisica.
Non si sa quale sia l’intervallo di peso ideale per ridurre la probabilità di un neonato grande, ma le attuali linee guida del Institute of Medicine ( IOM ) rappresentano un buon punto di partenza.

Secondo lo IOM le donne obese non dovrebbero acquisire più di 5-9 kg durante la gravidanza, un peso inferiore ai 7-11 kg che lo IOM raccomanda per le donne in sovrappeso all’inizio della gravidanza, e agli 11-16 kg raccomandati per le donne normopeso. ( Xagena2012 )

Fonte: Canadian Medical Association Journal, 2012

Gyne2012 Pedia2012



Indietro